MENU

Comune di Mentana

C.I.L. Comunicazione Inizio Lavori e attività edilizia libera

Descrizione

Con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 222 del 25/11/2016 (c.d. decreto Scia2), sono ampliati i casi di interventi edilizi considerati di minore entità che non richiedono l’obbligo di effettuare alcuna comunicazione preliminare agli uffici comunali.

Per una esatta indicazione degli interventi e del corrispondente regime edilizio si invita a consultare la Tabella A allegata al succitato Decreto – Sezione II Edilizia disponibile al seguente link: http://www.italiasemplice.gov.it/tabella-a/indice/

Gli interventi edilizi liberalizzati devono, in ogni caso, rispettare le prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le altre norme di Settore aventi incidenza sull’attività edilizia (ad es. norme di sicurezza, antisismiche, antincendio, igienico-sanitarie, norme relative all’efficienza energetica, disposizioni contenute nel Codice dei beni culturali e del paesaggio, ecc.).
L’acquisizione delle autorizzazioni e degli altri atti di assenso eventualmente necessari sono a cura dell’interessato, ovvero possono essere richiesti allo Sportello Unico dell’ Edilizia (art. 23 bis DPR 380/01) contestualmente alla presentazione della comunicazione. In tale caso i lavori possono essere iniziati solo dopo la comunicazione, da parte dello Sportello unico, dell’acquisizione degli atti di assenso.

Sono interventi di edilizia libera senza alcuna comunicazione, quelli riportati all’art. 6 comma 1 lett. a), a-bis), b), c), d), e), e-ter), e-quater), e-quinquies) del D.P.R. n. 380/01 e cioè:

  • interventi di manutenzione ordinaria di cui all’art. 3 comma 1 lett. a);
  • interventi di installazione delle pompe di calore aria/aria di potenza termica utile nominale inferiore a 12 kW;
  • interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche che non comportino la realizzazione di rampe o di ascensori esterni, ovvero di manufatti che alterino la sagoma dell’edificio;
  • opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo che abbiano carattere geognostico, ad esclusione di attività di ricerca di idrocarburi, e che siano eseguite in aree esterne al centro edificato;
  • movimenti di terra strettamente pertinenti all’esercizio dell’attività agricola e le pratiche agro-silvo-pastorali, compresi gli interventi su impianti idraulici agrari;
  • serre mobili stagionali, sprovviste di strutture in muratura, funzionali allo svolgimento dell’attività agricola;
  • opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro l’indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati;
  • pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444;
  • aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

 

Sono invece interventi di edilizia libera con comunicazione di inizio lavori (CIL) quelli indicati nell’art. 6 comma 1 lett. e-bis del D.P.R. n. 380/01 e cioè:

  • opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni.

 

Documentazione e modalità di presentazione

E’ possibile presentare la CIL e i relativi allegati on line attraverso il SUET seguendo le apposite istruzioni.

Si ricorda di compilare e allegare sempre l’apposito modello  Procura speciale per sottoscrizione digitale e presentazione telematica

Diritti di segreteria e altri pagamenti

Non dovuti

Sanzioni

Nel caso in cui le opere realizzate non rientrino nell’attività edilizia libera e/o contrastino con la normativa urbanistica verranno applicate le corrispondenti sanzioni previste dal titolo IV del DPR 380/2001 in materia di vigilanza e controllo sull’attività edilizia (demolizione, sanzione pecuniaria, ecc.).

Normativa di riferimento

– D.P.R. 380/01 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia:

art. 6 (attività edilizia libera)

art. 6-bis (interventi subordinati a comunicazione di inizio lavori asseverata)

art. 23-bis (autorizzazioni preliminari alla segnalazione)

– Tabella A allegata al D.Lgs. 222/2016 – Sezione seconda edilizia.